Image Alt

Le Protagoniste

+ + + + +

Rebecca

Età: 33 anni
Segno zodiacale: gemelli
Professione: violinista, insegnante di musica, progettista culturale
Situazione sentimentale: piena di Sè
Passioni: mare, cavalcare, viaggiare

Uno sguardo da lontano:

“Rebecca Mainanti definisce se stessa “un vulcano di energie”, e così appare, in effetti. 33 anni, iperattiva, maschile e femminile insieme nell’atteggiamento. Affascinante ed estroversa. La risata è rumorosa, così come i suoi picchi emotivi: per sua stessa ammissione è volubile, volatile, cangiante e lunatica “come la superficie dell’acqua”. Decide di intraprendere un percorso di analisi proprio a partire da questi sbalzi d’umore (possibile labilità emotiva), per gestire i frequenti stati d’ansia e capire meglio se stessa e i suoi desideri. È una violinista e compensa la precarietà della vita artistica costellando la giornata di mestieri più o meno riconducibili alla musica, che le permettono una tranquillità economica veramente rara nel suo ambiente: insegna musica alle medie, scrive, compone, si occupa di management di eventi culturali. Il rapporto con il suo corpo è analogo a quello che avrebbe un’atleta: cibo sano, esercizio quotidiano, i muscoli “come le pareti di un santuario” (forse pregressi disturbi alimentari). Colma di contraddizioni, è anche incline agli eccessi e alle trasgressioni. Non ha pregiudizi né remore di sorta, è una viaggiatrice e una sognatrice, ma appare dotata di un profondo spirito pratico che le consente di “cavarsela” sempre – si arrangia, continuamente cade e continuamente si rialza, risorge dalle ceneri e procede come un treno in un’altra direzione. È una leader naturale, ma proprio per questo a volte dà per scontato che “si faccia come dice lei”, e questo le crea difficoltà. Nelle relazioni interpersonali, altra sfera che sente l’esigenza di indagare: dà confidenza, è libera e aperta. Il sesso per lei non è necessariamente legato al sentimento, ma non per questo ha meno valore: lo vive come un momento di profonda, catartica e intensa unione tra due anime, anche se non porta a nessuna relazione.”
(Dagli appunti della dottoressa Biagetti dopo la prima seduta.)

Il suo comodino:

“…un comodino di legno pesante, laccato bianco da una mano affettuosa (un ex, manco a dirlo), con un motivo a mosaico: indaco – blu – acquamarina; indaco – blu – acquamarina. Sul comodino, una lampada di plastica leggera emana luce fredda, circondata da oggetti sparsi: l’adorato “Shantaram”, consunto dall’uso appassionato, una scatola blu vuota dei suoi biscotti, una tazzina da caffè col profilo di Londra abbandonata dal suo piattino, che è un punto di rosso sull’altro angolo del comodino. Una busta da lettera col mio nome scritto da un amore (un altro ex, diverso). Un ragazzo bello e lontano – lontano di una lontananza eterna – mi guarda da una cornice infantile, piccolina, che basta appena per la foto tessera (e siamo a 4), il cui bordo sfiora quello di un’altra cornice di cartoncino indaco, con dentro una piazza toscana, e io bambina guanciotta e mamma e papà, che mangiamo un panino in mezzo ai piccioni, quando gli anni ’80 stavano per diventare ’90.”

La sua vulva dice che…

…domina le pulsioni dell’inconscio, ha un grande autocontrollo e una buona capacità di affermare se stessa; è saggia, potente, nobile, coraggiosa – ma anche tiranna, orgogliosa, arrogante ed egoista. Porta e segue luce; vigila sui momenti di passaggio, propri e altrui. Poligama!

+ + + + +

Caterina

Età: 32 anni
Segno zodiacale: Leone
Professione: ufficio stampa
Situazione sentimentale: à la recherche
Passioni: cucina, moda, struggimento amoroso

Uno sguardo da lontano:

“…Gli astri dicono che sei una leonessa pura: istintiva e passionale, piena di fuoco così come vuole il tuo segno, desiderosa e appariscente, alla continua ricerca dell’unicità per te stessa e per la persona che vuoi accanto, che deve farti sentire sempre più che speciale, in un certo senso riconosciuta. Positivamente esibizionista, fai della tua esuberante sensualità un grande punto di forza, di cui raramente dubiti, e che fa sì che tu consideri il tuo partner come una tua naturale proprietà, almeno dal punto di vista sessuale. Le tue insicurezze riguardano piuttosto la sfera emotiva e familiare, cui ti dedichi comunque con grande generosità. Sei dotata di una irresistibile ingenuità, fresca e infantile, che ti impedisce di prevedere o calcolare certe mosse o conseguenze, ed è per questo che spesso soffri tantissimo per l’imprevedibilità delle reazioni altrui. Per contrastare questa tua attitudine, a volte ti sforzi di prefigurare un itinerario emotivo che ti consenta di avere il controllo della situazione, ma la strategia non va sempre a buon fine. Non conosci la superbia né l’invidia; sai lasciarti andare alle emozioni senza temerle, e raramente diffidi degli altri. Ti viene naturale affrontare e analizzare la realtà attraverso il filtro emotivo, più che quello razionale; per questo ti capita a volte di non riconoscere o definire certe situazioni con obiettività e di essere abbagliata da ciò che molti chiamano il secondo cervello. Combattiva e orgogliosa, sei un punto di riferimento importante per tutte le persone che hai intorno, le quali sanno di potersi fidare ciecamente di te, dei tuoi consigli, della tua presenza, della tua cura.
Il tuo pianeta dominante è nientepopodimenoché il Sole, per di più fisso; il che giustifica la grandezza luminosa del tuo ego. La tua carriera sarà lastricata di successi, che sicuramente adorerai condividere con chi ami, perché il tuo desiderio di famiglia è potente almeno quanto quello di autoaffermazione. Sei una diva e raramente passi inosservata. Non potresti mai essere nullafacente o nullatenente. Adori i bambini e ti immagini a capeggiare una folta tribù di pargoli, che educherai con amore e la giusta dose di severità.”
(Dal profilo astrologico stilato dalla zia di una delle sue migliori amiche.)

Il suo comodino:

“…di design, ovviamente viola, che tanto andava qualche anno fa. Un’abat-jour modern chic illumina sapientemente il colore laccato, perfettamente uniforme, interrotto soltanto dall’i-phone in carica, un Vanity Fair perfettamente perpendicolare alla linea del comodino, una cornice piena di sorrisi e messe in piega, uno smalto per i ritocchi notturni e una tazza da tisana, su cui campeggia orgogliosa la scritta: BUONANOTTE PRINCIPESSA. Il tutto collocato in un ordine talmente perfetto da ricordare un’esposizione Ikea.”

La sua vulva dice che…

…è monogama, dal carattere indomito: trasgredisce naturalmente i divieti. Ha bisogno dello stimolo della fuga per iniziare l’attacco, è dotata di una grande vita spirituale e di un potere lunare, estremamente femminile. Insegue l’idea di famiglia e ha bisogno di stabilità – tanto da cercarla continuamente.

Widget Ecwid